Sono rimborsabili, con liquidazione equitativa, le spese future a seguito di danno da sinistro stradale

E’ così riassumibile la pronunzia della Corte di Cassazione (sentenza del 9 giugno 2011, n. 12690) che in tema di rimborsi a seguito di danni per incidenti stradali ha stabilito un interessante principio di diritto : “sono risarcibili i danni futuri consistenti nelle spese che la vittima di un incidente stradale dovrà sostenere per cure ed assistenza tutte le volte in cui il giudice accerti -dandone adeguatamente conto nella motivazione – che tali spese, la cui liquidazione andrà necessariamente operata in via equitativa, saranno sostenute secondo una ragionevole e fondata attendibilità.”

In linea generale nel nostro ordinamento giuridico non sono risarcibile, per difetto di prova, i danni futuri né rimborsabili le spese ancora da sostenere.

Equivarrebbe ad un sentenza pro futuro, difficilmente inquadrabile nello schema processuale italiano, se non per il caso della licenza per finita locazione.

Nel caso esaminato, invece, gli Ermellini hanno fissato il suddetto principio, destinato a far discutere ed anche ad aumentare le aspettative di lauti indennizzi.

Ma non va scordato che quanto chiesto al Giudice, va anche dimostrato.

No tags.
  • Trackbacks
  • Comments
  • Comments are disabled.
  • Trackbacks are disabled.